Roby Marton GIN
Roby Marton GIN

ROBY MARTON GIN WHITE LABEL – Limited Edition

481 views
2 mins read

Un caro amico mi ha fatto questo graditissimo regalo e devo dire che me lo sto tenendo come un tesoro! Anche perché se ascoltassi il mio palato sarebbe già finito!

È prodotto a Bassano del Grappa in un’antica distilleria seguendo rispettosamente l’antico metodo inglese Bathub, cioè con infusione a freddo delle botaniche, che in passato avveniva in casa, nelle vasche da bagno, mentre oggi si fa in contenitori d’acciaio.

Roberto Marton (credo sia chiaro da dove arrivi il nome del gin), si occupa personalmente delle infusioni, con ricette sempre perfezionate che includono ginepro, scorze d’agrumi, cannella, liquirizia, anice, pepe rosa, rafano, zenzero, frutti rossi e chiodi di garofano, oltre ad un ingrediente segreto e mai rivelato…

Trattandosi di un gin “fatto a mano”, non filtrato o chiarificato, ogni bottiglia è un pezzo unico, può cioè succedere che una partita di zenzero sia più pungente, o che il caratteristico colore giallognolo sia di volta in volta diverso. Un gin che colpisce per la sua complessità, spiccano le note del ginepro, della liquirizia e dello zenzero, cui si aggiungono più delicate note di agrumi.

Il Roby Marton Gin White Label è una limited edition, prodotto allo stesso modo del Roby Marton Gin classico, ma con una doppia concentrazione ed estrazione delle 11 botaniche. Per questo motivo il colore di questo gin è ambrato, più scuro, e gli aromi più intensi, spiccano la liquirizia e lo zenzero. Elegante, raffinato e deciso. Ottimo accompagnato con la tonica (consiglio la Fever-Tree Mediterranean) o ginger beer ma spettacolare se gustato liscio o, ancora meglio, con un cubetto di ghiaccio. Per esaltare al meglio le sue qualità è consigliato servirlo con liquirizia oppure con un ricciolo di buccia di arancia.

Di lato trovi il link per il ROBY MARTON GIN classico, mentre se clicchi qui trovi il White Label.